Ipertensione, cause, sintomi e controlli da eseguire

Come si manifesta l’ipertensione? E quali sono le sue cause? Vediamo come tenere sotto controllo una delle patologie più diffuse della società moderna.

L’ipertensione è una patologia che colpisce il 20% circa degli adulti nei paesi più industrializzati. È a tutti gli effetti una condizione di salute nata con la modernità, causata tendenzialmente da quanto possa essere connesso all’industrializzazione. Per ipertensione s’intende uno stato costante di alterazione della pressione arteriosa, che si manifesta più alta della soglia considerata normale. L’ipertensione può comunemente essere definita anche “pressione alta” e si verifica quando il parametro minimo è costantemente superiore ai 90 mm/hg e il massimo sempre superiore a 140 mm/hg.

Accanto a questo tipo di ipertensione, esistono anche casi particolari. L’ipertensione labile consiste in uno sbalzo improvviso della pressione arteriosa da una condizione normale a parametri più elevati, l’ipertensione sistolica pura consiste in un aumento della sola pressione minima, mentre la diastolica, viceversa, è l’aumento della pressione massima.
Prenota un check up completo per verificare la salute del tuo cuore: clicca qui!

Gli esperti la definiscono “killer silenzioso” poiché non presenta particolari sintomi e può talvolta portare anche alla morte, a fenomeni come ictus o aneurismi che provocano danni anche permanenti al nostro corpo. La prima cosa da fare, dunque, è tenere sotto controllo la pressione arteriosa, modificando e migliorando per quanto possibile il proprio stile di vita.
Un’alimentazione sana, povera di sale, ad esempio, è un ottimo punto di partenza, dato che il sale notoriamente agisce sul livello di pressione. Evitare stress e traumi emotivi, inoltre, aiuta a combattere l’ipertensione: proprio lo stress (anche da lavoro) è considerato un fattore a favore dell’ipertensione.

I controlli principali da effettuare per capire se si soffre di ipertensione sono diversi e accessibili. Tenere sotto controllo la pressione con appositi check up può dare importanti segnali, mentre analisi del sangue specifiche possono chiarire molti più dettagli sull’eventuale diagnosi. Stesso discorso per le analisi delle urine, da effettuare periodicamente.
Gli esami più specifici richiesti sono l’elettrocardiogramma, l’ecocardiogramma e l’analisi del fondo oculare. Sono tutti esami da considerare quasi obbligatori una volta superati i 40 anni e se si conduce uno stile di vita assai frenetico e stressante.