Giornata mondiale della vista 2019

Ogni secondo giovedì di ottobre si celebra la Giornata mondiale della vista, che quest’anno cade il 10 ottobre.

Gli occhi infatti possono subire molte malattie e la prevenzione insieme a delle semplici regole per proteggere la salute dei nostri occhi sono assolutamente fondamentali, anche perché sono sempre più le persone che hanno problemi alla vista: secondo diverse stime, in Italia sono circa 362 mila le persone non vedenti mentre di 1,5 milioni di italiani sono ipovedenti e questo dato è in rapida crescita.

I non vedenti sono aumentati di circa il 30% negli ultimi vent’anni, complice sia l’invecchiamento della popolazione, sia l’inquinamento sia mancanza di prevenzione soprattutto in età scolare.

Le malattie più frequenti della vista

Si stima che in Italia circa 1 milione di adulti sia affetto da glaucoma e la metà non lo sappia, mentre fra il 5-10% della popolazione con più di 75 anni sia affetto da degenerazione maculare senile.

Questi dati però escludono i cosiddetti “Malvedenti” ossia le persone che vedono soltanto male: si stima che nella fascia di popolazione con almeno 55 anni di età, quasi 500.000 persone in Italia hanno un visus compreso tra 3/10 e 5/10.

Il dato preoccupante è che questa visibilità sensoriale visiva interessa qualsiasi fascia d’età anche se la tendenza cresce in maniera allarmante soprattutto nella popolazione più anziana.

Prevenzione corretta per la vista: le visite

La prevenzione svolge perciò un ruolo fondamentale: l’Iapb, Agenzia Internazionale per la Prevenzione della cecità, spiega che bisogna far attenzione sin da piccolissimi, e programmare dei controlli di routine per verificare che tutto sia sotto controllo. Infatti  si ritiene che oltre l’80% dei problemi di vista possono essere prevenuti o curati con visite periodiche.

Nello specifico:

  • Effettuare una prima visita oculistica alla nascita.
  • Programmare la seconda visita oculistica a 3 anni.
  • Programmare la terza visita oculistica a 6 anni.
  • Programmare la quarta visita oculistica a 12 anni.
  • Dopo i 40 anni, occorre programmare una visita di controllo ogni due anni.
  • Dopo i 60 anni, occorre programmare una visita di controllo ogni anno, per evitare problemi che invece di aggravarsi si possono risolvere o limitare se colti in tempo.

Quali sono le strategie per effettuare una corretta prevenzione per la salute della vista?

Ci sono dei semplici comportamenti che possiamo seguire tutti per proteggere la vista:

  • evitare di vivere e lavorare in ambienti troppo umidi o caldi o ventilati male;
  • proteggere gli occhi dal vento o dal sole con gli occhiali da sole ;
  • esporre gli occhi per troppo tempo e senza pause agli schermi di tablet, smartphone e pc, che possono causare secchezza agli occhi.
  • Non sfregare con forza gli occhi nel caso entrino a contatto con pulviscolo o corpi estranei ma sciacquarli con la sola acqua, per evitare cheratiti e danni alla struttura dell’occhio.

Desideri maggiori informazioni sulle visite di controllo oculistiche? Contatta la nostra struttura convenzionata con il SSN per effettuare gli esami necessari e farti seguire da un medico specializzato.