glaucoma cause rimedi

Glaucoma: cos’è e come prevenirlo

Gli occhi sono una delle parti anatomiche più delicate del nostro corpo, e, in quanto tale, è doveroso tenerne sotto controllo lo stato di salute. Un cattivo funzionamento degli occhi, infatti, condiziona fortemente la nostra vita e il nostro quotidiano, ostacolando anche le normali attività di routine. Già nella sua composizione, l’occhio si presenta molto delicato e complesso, un microcosmo in cui ogni parte deve poter funzionare correttamente per contribuire al benessere generale.

La parte più esterna dell’occhio è il guscio fibroso, la cui facciata è nota come cornea, di forma sferica. Andando verso l’interno troviamo la camera anteriore, l’iride, che conferisce il colore specifico all’occhio e filtra la luce che passa attraverso la pupilla. Ancora più in profondità si trova il cristallino, dietro il quale è situato il vitreo, mentre all’interno c’è la retina che ospita le fibre nervose i cui prolungamenti arrivano fino al nervo ottico, con il quale riusciamo a vedere.

Prevenzione contro il Glaucoma? Prenota una visita al nostro Ambulatorio!

Glaucoma: quello che c’è da sapere

Una volta chiara la struttura interna dell’occhio, è opportuno analizzare come il Glaucoma ne intacchi il funzionamento e come si presenta sul paziente. Questa patologia potrebbe addirittura portare alla cecità se non diagnosticata in tempo, tant’è vero che l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) accerta che sia la seconda causa di perdita della vista a livello mondiale. Talvolta è una patologia silente, dato che molte persone non si accorgono subito di esserne affette: in Italia si calcola che il Glaucoma colpisca circa un milione di persone, senza contare chi non ha ancora effettuato la diagnosi.

Nella sua fase iniziale il Glaucoma non si manifesta, non ci si accorge di avere il campo visivo ristretto, ma quando diventa evidente è opportuno sapere che il danno al nervo ottico è ormai irreparabile, con perdita della visione periferica. Il Glaucoma, infatti, colpisce direttamente il nervo ottico, a causa di un aumento di pressione interna dell’occhio che causa una riduzione del campo visivo. L’aumento della pressione interna dell’occhio è dovuto al funzionamento irregolare della produzione di umore acqueo, il liquido contenuto nella parte anteriore dell’occhio che deve mantenersi sempre in perfetto equilibrio.

Il Glaucoma può essere di diversi tipi: ci sono il glaucoma cronico semplice, il glaucoma acuto e il glaucoma congenito. Tra questi la forma più diffusa è quella di glaucoma cronico semplice, che consiste nello scarso deflusso dell’umore acqueo verso l’esterno. Ne sono colpiti principalmente i soggetti over 40 e si manifesta tendenzialmente nella sua fase finale. Il glaucoma acuto, è invece piuttosto improvviso e consiste nell’ostruzione totale del deflusso dell’umore acqueo, con conseguenti dolori fisici e infiammazioni. Infine, il glaucoma congenito compare anche da bambini, causato da deformazioni dei condotti di deflusso che comportano un eccessivo sviluppo della grandezza degli occhi.

Per effettuare una corretta diagnosi, occorre sottoporsi a costanti controlli, soprattutto dopo i 40 anni. Gli esami da effettuare sono la tonometria, la pachimetria, l’esame del campo visivo, l’HRT e l’OCT, ma anche una semplice visita oculistica può aiutarvi a scoprire in tempo se possiate essere affetti o meno da Glaucoma. Le terapie più indicate saranno consigliate e prescritte dai medici, che analizzeranno ciascun caso a seconda delle esigenze del paziente. Condurre uno stile di vita sano e salutare, inoltre, aiuta a garantire buone condizioni anche all’occhio, oltre che al corpo intero.

 

 

 

 

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. Abrasione corneale ha detto:

    […] della cornea ad essere colpita; se invece si accusa solo questo sintomo, si potrebbe trattare di glaucoma ) […]

I commenti sono chiusi.